mercoledì 17 dicembre 2008

Relazione di fine semestre alla N. Sauro

   Il laboratorio si svolge in due parti legate rispettivamente al primo e al secondo semestre. Qui di seguito le conclusioni della prima parte:

PRIMA PARTE
   La prima parte, propedeutica al lavoro teatrale, è consistita in un percorso didattico incentrato sulla comunicazione, sulle modalità espressive del corpo e della voce nella relazione con se stessi, con lo spazio al di fuori del "sé" e con l'altro.
   Il lavoro sull'insegnamento delle tecniche teatrali si è rivolto verso:
- La comunicazione
Elementi di comunicazione logica, analogica e integrale nell'espressività corporea e vocale.
- Il corpo e la sua conoscenza
Esercizi di respirazione, concentrazione, controllo e coordinamento motorio, equilibrio, mimica gestuale, mimica facciale, acrobatica elementare.
- La voce e la sua conoscenza
Esercizi per la conoscenza e l'educazione del mezzo vocale: emissione del suono, altezza, volume e timbro, risuonatori corporei, elementi di dizione.
- Il ritmo e l'armonia in relazione al gesto e alla parola
Esercizi di coordinamento fra gesto, parola, ritmo e armonia musicale: tempi pari e tempi dispari, contare il tempo, la ripartizione in battute, tempi in battere e tempi in levare, la gestualità ritmica, ritmo interno e ritmo esterno.
- La relazione con se stessi
Esercizi per la conoscenza ed il controllo della propria espressività gestuale e vocale: apertura e chiusura, centro energetico, irradiamento.
- La relazione con lo spazio (scenico)
Esercizi per la conoscenza dello spazio scenico fisico e temporale in funzione della rappresentazione: unità di luogo e di tempo, delimitazione e regole dello spazio scenico, feedback interattivo.
- La relazione con "l'altro"
Esercizi in coppia ed in gruppo per lo studio delle interazioni: azione e reazione, posizione up e down, convergenza e conflitto.
- L'improvvisazione
Esercizi per lo studio dell'improvvisazione: regole dell'improvvisazione, improvvisazione libera e concordata, improvvisazione a tema, appuntamenti, battute.
- La creatività
Esercizi per stimolare ed accrescere la creatività: analisi dei contenuti fantastici, invenzione e costruzione dei testi, invenzione delle situazioni sceniche, variazioni sui temi.
- La recitazione
Primi elementi per affrontare un ruolo: codificazione e ripetizione della parte improvvisata, l'improvvisazione come punto di partenza per la costruzione del personaggio.

Spettacoli Realizzati
   Gli spettacoli hanno seguito l'andamento metodologico del laboratorio. Nella sua prima fase, che ha corrisposto al primo semestre, non si è voluto preparare un vero e proprio spettacolo, bensì una presentazione delle metodologie del Teatro Impertinente:
   I ragazzi non erano ancora pronti ad affrontare il palcoscenico in modo consapevole, in quanto il numero degli incontri era ancora limitato per poter organizzare un vero e proprio spettacolo.
   Lo spettacolo di dicembre è consistito nel far tenere ai ragazzi una lezione di animazione teatrale agli insegnanti e ad un pubblico adulto.
   In questo modo non solo i genitori si sono potuti rendere conto del tipo di lavoro che svolgevano i loro figli durante il corso di teatro, ma anche gli stessi ragazzi, sentendosi investiti di una notevole responsabilità, hanno messo in pratica, rafforzandoli, i concetti appresi durante gli incontri con gli animatori.
   Per organizzare la lezione i ragazzi sono stati suddivisi in tre gruppi, ognuno con un compito preciso.
   Si è formato un gruppo preparato per gli esercizi di riscaldamento, un gruppo degli esercizi specifici per il corpo e un gruppo che ha proposto uno dei giochi più corposi tra quelli fatti durante tutti gli incontri.
   All'interno di ogni gruppo sono stati scelti, dai ragazzi stessi, due oratori che hanno spiegato al pubblico i giochi che venivano svolti.
   Gli altri compagni hanno avuto il compito di prendere tra il pubblico dei volontari per aiutarli a svolgere correttamente gli esercizi proposti.
   Tra gli esercizi di riscaldamento sono stati selezionati la Candela e la Camminata neutra.
   Per gli esercizi sulla corporeità il riscaldamento degli Snodi, la Marionetta ed il Manichino.
   Come gioco finale le Scarpe magiche.
  I ragazzi hanno accolto con entusiasmo e serietà l'approccio a questa singolare forma di spettacolo, dimostrando di volersi impegnare a lavorare in gruppo e mettersi in gioco anche davanti ad un pubblico adulto.



Emanuele Morandi

Posta un commento