domenica 22 maggio 2011

IDFEST 2011 - TEATRO: INCONTRI CON I MAESTRI

Il programma prosegue con tre incontri di livello internazionale con altrettanti maestri della scena teatrale contemporanea, Marco Baliani (premio IDI per la regia, premio Stregagatto per il teatro ragazzi), Armando Punzo (compagnia La Fortezza di Volterra, Premio Europa per il teatro, varie volte premio Ubu),  e Marco Martinelli (compagnia Le Albe di Ravenna; premio Hystrio per la regia, varie volte premio Ubu e altri premi internazionali), che parleranno della loro lunga militanza nel teatro più autentico e meno paludato, immerso nei disagi e nelle ferite della società; e risponderanno alle domande degli studenti. Gli incontri saranno condotti dal Teatro Impertinente.

martedì 17 maggio 2011

Imperia: secondo appuntamento con l'IDfest NEL BOSCO IMMAGINARIO martedì 17 e mercoledì 18 maggio alle 21

   A guidare gli studenti attraverso il percorso della messa in scena e della recitazione è stato Franco Carli che si è messo in gioco con la consueta generosità nei panni dell'attore e del regista e ha condotto il laboratorio controllandone ogni fase, compresa l'impostazione del testo.
      
   Proseguono gli appuntamenti dell'Imperia DAMS  Festival organizzati dal Teatro Impertinente insieme al Parcheggio delle Nuvole, nello Spazio Calvino con la ripresa dello spettacolo Nel bosco immaginario, una produzione completamente curata dal DAMS e risultato di un complesso laboratorio in cui sono confluiti gli esiti delle numerose discipline che costituiscono il cuore del corso di laurea: drammaturgia, scenografia, illuminotecnica, musica, organizzazione ed economia dello spettacolo.
  A guidare gli studenti attraverso il percorso della messa in scena e della recitazione è stato Franco Carli che si è messo in gioco con la consueta generosità nei panni dell'attore e del regista e ha condotto il laboratorio controllandone ogni fase, compresa l'impostazione del testo.

giovedì 12 maggio 2011

Imperia: primo appuntamento con l'IDfest CINEMA: HOMMAGE À PAOLO SAGLIETTO giovedì 12 maggio

   Giovedì prossimo IDfest e il DAMS di Imperia dedicano a Paolo Saglietto, il più premiato e dimenticato artista cinematografico imperiese, la prima giornata di studi e la proiezione del lungometraggio recuperato "Il Pupo dal KO". 
   La prima giornata monografica finora mai dedicata all’artista imperiese Paolo Saglietto (1924-1973), ideata e organizzata dal settore cinema del DAMS di Imperia (Antonio Somaini, Saverio Zumbo), in collaborazione con Andrea Falciola, nipote dell’autore e gestore del Cinema Centrale di Imperia, comprende tre momenti principali.
   Alla mattina, allo Spazio Calvino del Polo Universitario, verranno proiettati alcuni suoi documentari. I cortometraggi girati da Paolo Saglietto in poco più di venti anni di attività, oggi disponibili, sono 25 su 33 e sono stati ritrovati e catalogati grazie ad Andrea Falciola, nipote dell’autore, che ha messo a disposizione il proprio fondo personale, unendolo al materiale proveniente dalla Cineteca Nazionale (il lungometraggio Il Pupo dal KO) e dalla Cineteca di Bologna (tre documentari restaurati, realizzati su Gino Rossi, Arturo Martini e Giovanni Comisso negli anni '60). I temi toccati spaziano dalle arti figurative alla letteratura, dalla sociologia alla psicologia e alla parapsicologia, sempre con rigore e con un’attenzione particolare al linguaggio, alla sperimentazione e all’opera di artisti “maledetti”. Nell’ambito di IDfest ne verrà presentata una significativa panoramica, rappresentativa dei temi più cari al regista.

giovedì 5 maggio 2011

IDFEST IMPERIA DAMS FESTIVAL 2011

SI APRE L'IDFEST - IMPERIA DAMS FESTIVAL

Cinema e teatro dal 12 maggio al 3 giugno nello spazio Calvino

   Per il terzo anno consecutivo il corso di Laurea in Dams presenta un cartellone di eventi primaverili nato dall'impegno dei docenti e degli studenti insieme alla volontà precisa e all'indispensabile sostegno della SPUI, del Comune e della Provincia di Imperia.
   In quest'anno particolarmente travagliato si riconferma la qualità degli appuntamenti - divenuta la caratteristica principale della rassegna - e la vocazione a richiamare un pubblico di studenti ma anche di  cittadini di Imperia con proposte particolarmente legate alla città come la giornata di studi dedicata a Paolo Saglietto, regista imperiese e maestro del cinema italiano indipendente.
   La tecnologia dello spazio Calvino accoglierà inoltre la prima produzione teatrale del DAMS, Nel bosco immaginario, già rappresentata in marzo al Teatro Cavour e ora riproposta nello spazio assai più ristretto ma attrezzatissimo dell'Aula Eutropia, un vero e proprio teatro in miniatura e gioiello del Polo Universitario di Imperia.
   L'offerta è completata da tre incontri con altrettanti maestri della scena teatrale contemporanea, Armando Punzo (compagnia La Fortezza di Volterra), Marco Baliani e Marco Martinelli (compagnia Le Albe di Ravenna), che parleranno della loro lunga militanza nel teatro più duro, carnale e meno paludato, immerso nei disagi e nelle ferite della società e risponderanno alle domande degli studenti.

   L'esperienza, le competenze e la progettualità di un altro anno di lavoro si affiancano a nuove collaborazioni, prima fra tutte la compagnia del Teatro dell'Albero e il Comune di San Lorenzo al mare con cui si è formata una fortunata sinergia che ha permesso l'incontro tra Marco Baliani e gli studenti. Particolarmente interessanti per il Polo sono i legami con il Teatro Impertinente, il Parcheggio delle Nuvole e l'Associazione Scubi: dietro queste denominazioni immaginifiche lavorano infatti numerosi giovani laureati del polo universitario che in questi ultimi anni hanno accumulato esperienze e capacità in moltissimi campi dello spettacolo, dell'educazione teatrale, del cinema e della multimedialità e che presenteranno alcuni cortometraggi commissionati dalla Provincia, dal Comune di Imperia e dalla Regione Liguria.
   La direzione è difatti gestita dal Teatro Impertinente insieme al Parcheggio delle Nuvole che condurranno anche gli incontri di carattere teatrale.
   Per maggiori informazioni è possibile consultare il blog del Teatro Impertinente, www.teatroimpertinente.blogspot.com, che verrà costantemente aggiornato.

LABORATORIO DI INTEGRAZIONE MULTIDISCIPLINARE Al LICEO ARTISTICO – ISTITUTO STATALE D’ARTE DI IMPERIA

   Mercoledì 4 maggio alle ore 14.30 si è svolto presso l’Aula Magna del Liceo Artistico – Istituto Statale d’Arte di Imperia l’incontro conclusivo del progetto “Laboratorio di integrazione multidisciplinare”.


   Il laboratorio progettato in rete con la Scuola Media Statale “N. Sauro” e sovvenzionato dalla Provincia di Imperia, ha avuto inizio il 28 ottobre 2010, si è sviluppato nel corso dell’anno scolastico con cadenza settimanale e si è avvalso della collaborazione di esperti esterni quali Emanuele Morandi, del Teatro Impertinente, che si è occupato di educazione alla teatralità, e di Carmelo Solano, del Gruppo ArteMagia, che ha fornito un importante supporto alla creatività degli alunni ai quali ha insegnato la tecnica di costruzione di marionette.
   Gli incontri di laboratorio sono stati articolati in due fasi: nella prima, sotto la guida di Emanuele Morandi, si è privilegiato un percorso di educazione alla teatralità improntato all’improvvisazione di gruppo, alla realizzazione di giochi, movimenti e situazioni finalizzati alla scoperta del sé e degli altri. Il clima accogliente e sereno ha consentito a tutti gli allievi, compresi i disabili, di esprimersi al meglio e di raccontarsi con strumenti comunicativi alternativi, quali il movimento e il suono.
   Nella seconda parte del pomeriggio gli allievi, sulla base delle loro preferenze e dei bisogni specifici,  sono stati suddivisi in tre sottogruppi: gli attori, che hanno proseguito il percorso orientato alla teatralità; i musicisti-pittori, che si sono occupati della realizzazione di strumenti musicali; i creatori di marionette-pittori, che hanno svolto attività finalizzate alla realizzazione di oggetti in spugna (marionette e strumenti da indossare).

Il percorso è stato documentato attraverso fotografie, video-riprese, relazioni scritte redatte in una sorta di diario di bordo, che, coordinato dall’allieva Isabella Biscaglia, ha raccolto le esperienze del gruppo. Il materiale è stato reso disponibile, oltre che durante gli incontri, anche per via telematica attraverso la creazione di uno spazio virtuale in cui gli allievi hanno avuto la possibilità di condividere informazioni, files, fotografie a distanza. E’ nato così l’archivio digitale del progetto, moderato dall’insegnante Claudia Giordano.
   La rappresentazione finale è stata concordata con l’intero gruppo e realizzata come una lezione laboratoriale aperta agli ospiti esterni, in una sorta di condivisione attiva di un’esperienza creativa. La scelta è stata dettata, come già previsto in fase di ideazione, dall’intendimento di prestare attenzione al percorso e all’adattamento dello stesso sulla base delle risposte degli allievi, senza predisporre necessariamente una rappresentazione finale di tipo tradizionale. Anche per questo si è puntato alla creazione di una documentazione accurata che potesse essa stessa considerarsi un racconto e una potenziale rappresentazione in grado di far emergere l’importanza dei diversi linguaggi nell’integrazione scolastica e la forza del gruppo per crescere e sviluppare capacità sociali e intellettiveIl Liceo Artistico – Istituto Statale d’Arte come scuola inclusiva, orientata allo sviluppo di strumenti integrativi rivolti soprattutto ai soggetti appartenenti alle fasce più deboli, predispone annualmente progetti didattici che, oltre a sviluppare le “conoscenze” permettano di potenziare relazioni significative in cui ogni componente rappresenti una risorsa irrinunciabile per la creazione di una vera comunità educante in cui siano presenti senso di appartenenza, solidarietà e aiuto reciproco. Il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Beatrice Grossi, e la coordinatrice del progetto, prof.ssa Claudia Giordano, ringraziano tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione del progetto consentendo agli allievi una pregevole esperienza formativa, ricevendo in cambio un’importante arricchimento personale.




Isabella Biscaglia
L'Artistico Impertinente