giovedì 12 maggio 2011

Imperia: primo appuntamento con l'IDfest CINEMA: HOMMAGE À PAOLO SAGLIETTO giovedì 12 maggio

   Giovedì prossimo IDfest e il DAMS di Imperia dedicano a Paolo Saglietto, il più premiato e dimenticato artista cinematografico imperiese, la prima giornata di studi e la proiezione del lungometraggio recuperato "Il Pupo dal KO". 
   La prima giornata monografica finora mai dedicata all’artista imperiese Paolo Saglietto (1924-1973), ideata e organizzata dal settore cinema del DAMS di Imperia (Antonio Somaini, Saverio Zumbo), in collaborazione con Andrea Falciola, nipote dell’autore e gestore del Cinema Centrale di Imperia, comprende tre momenti principali.
   Alla mattina, allo Spazio Calvino del Polo Universitario, verranno proiettati alcuni suoi documentari. I cortometraggi girati da Paolo Saglietto in poco più di venti anni di attività, oggi disponibili, sono 25 su 33 e sono stati ritrovati e catalogati grazie ad Andrea Falciola, nipote dell’autore, che ha messo a disposizione il proprio fondo personale, unendolo al materiale proveniente dalla Cineteca Nazionale (il lungometraggio Il Pupo dal KO) e dalla Cineteca di Bologna (tre documentari restaurati, realizzati su Gino Rossi, Arturo Martini e Giovanni Comisso negli anni '60). I temi toccati spaziano dalle arti figurative alla letteratura, dalla sociologia alla psicologia e alla parapsicologia, sempre con rigore e con un’attenzione particolare al linguaggio, alla sperimentazione e all’opera di artisti “maledetti”. Nell’ambito di IDfest ne verrà presentata una significativa panoramica, rappresentativa dei temi più cari al regista.
   Nel pomeriggio, sempre allo spazio Calvino, si terrà invece una tavola rotonda sulla figura e l’opera di Saglietto, con la partecipazione dei docenti del DAMS, che ne parleranno dal punto di vista cinematografico (Antonio Somaini, Saverio Zumbo), artistico e letterario (Simona Morando) e storico (Fabio Caffarena); nonché di studiosi e critici che hanno contribuito al recupero delle sue opere o ne testimonieranno la tecnica e la passione (Sergio Toffetti, Andrea Meneghelli, Claudio Bertieri, Settimio Benedusi, Teo De Luigi). A seguire, Antonio Somaini presenterà il libro di Romana Rutelli "Eros violento". Figure sullo schermo, novità editoriale della docente del DAMS e semiologa.
   Infine la sera, al Cinema Centrale di Imperia, verrà proiettato l’unico lungometraggio di Saglietto, Il Pupo dal K.O. (1956): raro documento filmato della città di Imperia di più di mezzo secolo fa, è un singolare film per ragazzi, in bilico tra neorealismo e parodia del gangster movie, girato interamente a Imperia dove è stato proiettato una sola volta, senza peraltro essere stato mai distribuito nelle sale italiane.
   Protagonista un gruppetto di bambini che, guidato dal Pupo del titolo, riesce a sbaragliare una sgangherata banda di malfattori venuta in possesso di un tremendo ordigno esplosivo. Tra gli interpreti imperiesi del film, Giuseppe Aicardi, Umberto Cuoghi, Michele Fossati, Beppa Lanfredi e Marco Saglietto.
   A precedere, a testimonianza in un certo senso dell’eredità oggi raccolta dai giovani filmakers imperiesi, verranno proiettati due corti realizzati da Associazione Scubi, casa di produzione formata da studenti e laureati DAMS, per conto degli enti locali imperiesi: "Senza plastica la Liguria è più bella", campagna promossa dalla Provincia di Imperia e dalla Regione Liguria; e "Soffia e sai", una campagna di sensibilizzazione promossa dal Comune di Imperia.



Emanuele Morandi



Posta un commento