martedì 26 luglio 2011

Edizione da record per la Festa dei Druidi. A Bajardo, anche Syusy Blady di Turisti per Caso

   Il fascino dell’ottava edizione della Festa dei Druidi ha conquistato anche Syusy Blady di Turisti per Caso che, sabato pomeriggio, ha visitato Bajardo con la sua troupe per realizzare alcuni servizi sul suggestivo borgo medioevale, sulla festa e le sue curiosità.
   Syusy Blady ha intervistato personaggi del luogo sottolineando le caratteristiche e le peculiarità di questo borgo medioevale dell’entroterra di Sanremo che custodisce ancora le prime tracce celto-liguri.
“E’ stato un grande onore ricevere questa visita – commenta Jose Littardi, sindaco di Bajardo – perché significa che il nostro piccolo paese ha grandi potenzialità di immagine grazie all’affascinante storia che conserva. Proprio per questo è capace di suscitare interesse e fascino ben oltre i suoi confini. In particolare voglio ringraziare Bajardix e rivolgere un plauso agli organizzatori della festa per il ricchissimo calendario messo a punto che ha permesso di raggiungere un risultato enorme. Era da tempo che a Bajardo non si vedevano così tanti visitatori!”.

martedì 12 luglio 2011

Festa dei Druidi, Bajardo 23-24 luglio

   C’è grande attesa per l’ottava edizione della Festa dei Druidi, la “due giorni” dedicata al mondo dei Celti e ai suoi sacerdoti, i Druidi appunto, che si svolgerà sabato 23 e domenica 24 luglio a Bajardo, suggestivo borgo medioevale nell’entroterra di Sanremo. La manifestazione, ideata da Pepi Morgia nel 2004, si presenta come un intreccio di conferenze, mostre, libri, musica, danze, laboratori e riti magici per affascinare ancora una volta tutti quei residenti e quei turisti che amano riscoprire le affascinanti radici del mondo celtico.
   Tra le tante le novità di quest’edizione, spicca il fumetto di Bajardix ideato da Claudio Porchia e disegnato da Tiziano Riverso. Realizzato sulle orme del famosissimo Panoramix, il druido di Asterix, Bajardix presenta una diversa personalità con uno stile rivolto ai grandi e ai piccini, offrendosi anche come un inedito e divertente strumento per catturare le atmosfere magiche e misteriose di questa tradizione.
   Grande attenzione anche al mondo delle erbe e delle piante utilizzate dai Druidi: dalle conferenze di Libereso Guglielmi e di Alfredo Moreschi, alla mostra dedicata al calendario celtico di Domenico Musci con disegni di Dino Gambetta; dai laboratori multimediali di danza, musica e artigianato, al mercatino druidico e ai diversi laboratori di animazione curati dall’associazione Il Parcheggio delle Nuvole.
Da non dimenticare i menù druidi offerti dai ristoranti del paese, l'accensione del sacro fuoco poco prima della mezzanotte di sabato e la festa finale “Cos player Druid Contest” dove ognuno potrà cimentarsi nell’interpretazione di un famoso druido.