giovedì 20 ottobre 2011

SAVUTI DREAM - Sognando IL RE LEONE

   Come Teatro Impertinente vi proponiamo un'occasione per fare del bene e passare una bella serata nello stesso momento:

   La Cooperativa Sociale La Fenice organizza il giorno 28 ottobre 2011 alle ore 21.00 al Teatro Cavour di Imperia, uno spettacolo di beneficenza a favore delle Comunità per Adolescenti “Casa Alice e Casa Isola” di Imperia. Il ricavato verrà devoluto interamente alle due Comunità

LO SPETTACOLO
   Lo spettacolo portato in scena è “Savuti Dreams - Sognando il Re Leone”, liberamente tratto dal film e musical Disney interpretato dalla Compagnia teatrale “Gli Amici di Jachy". Una storia straordinaria accompagnata da musiche intense e coinvolgenti, una serie di personaggi caratteristici tutti noti al grande pubblico. 
   Perché proprio IL RE LEONE? Perché è una storia straordinaria che ci emoziona tantissimo. Perché è una storia nella quale tutti i personaggi sono protagonisti, e con essi tutto il balletto e tutto il coro. Non solo un saggio però, ma un vero spettacolo, come nella tradizione de Gli Amici di Jachy

LA COMPAGNIA
   La Compagnia teatrale “Gli Amici di Jachy" nasce nel 1994 attorno ad un piccolo gruppo di amici, già ricchi individualmente di precedenti esperienze teatrali, accomunati perciò da una grande passione per il palcoscenico. In tutti questi anni hanno portato in scena numerose rappresentazioni teatrali, tra cui: “Rugantino”, “La sensale dei Matrimoni (Hello Dolly)”, “Aggiungi un posto a tavola”,” Alleluja brava gente”, “Paganini e l’ultimo viaggio” e molti altri ancora. Gli Amici di Jachy si sono aggiudicati, in occasione della manifestazione Maschera d’Oro 2009, i seguenti premi: Premio GRADIMENTO DEL PUBBLICO e Premio MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA a Pietro Barbieri (nel ruolo di Ademar)

LA COOPERATIVA
   Da quasi 10 anni la Cooperativa Sociale La Fenice si occupa del recupero di minori in condizioni di svantaggio ed emarginazione sociale. Nelle sue comunità accoglie ragazzi e ragazze dai 13 ai 18 anni cercando di integrare le funzioni familiari temporaneamente compromesse accogliendo il minore in un contesto educativo che si adegua a lui e favorendo la costruzione di relazioni significative, migliorare la capacità di autonomia dei ragazzi accolti, attraverso una sempre maggiore distribuzione di proprie responsabilità nella gestione dei tempi e degli spazi della struttura e sostenere i minori nella prosecuzione degli studi o nell’inserimento lavorativo.



Emanuele Morandi

Per informazioni e ritiro biglietti, contattare il Dr. Bianco  ai numeri di cellulare 335 6753832 oppure 345 8987979.

Posta un commento