lunedì 14 maggio 2012

MOZART. SIGNORE DELLE MASCHERE

   Lo spettacolo Le Maschere di Mozart è interamente organizzato dall’Associazione Musicale Amadeus, associazione fondata dalla Prof.ssa Sonia Soprano nel 2007 con lo scopo di diffondere la cultura musicale in toto, ma in maniera particolare presso i giovani sul territorio imperiese e aree limitrofe. L’associazione si avvale dal 2010 della collaborazione della musicologa Cinzia Balestra.   Nel 2011 Amadeus ottiene il patrocinio del Comune di Imperia.  
   Durante l’evento di esibiranno parte degli allievi del corso di pianoforte condotto dalla professoressa Sonia Soprano. Gli allievi, che si esibiranno suonando esclusivamente musiche tratte dal repertorio mozartiano, sono tutti giovani e giovanissimi in un età compresa tra i sei e i quattordici anni.
   L’esecuzione delle musiche sarà inframmezzata dalla lettura di un testo inedito, preparato dalla musicologa Cinzia Balestra, incentrato sui molteplici aspetti della complessa personalità di Mozart compositore e musicista, oltre che di un Mozart bambino.
   Saranno inoltre previste delle proiezioni di fotografie e ritratti d’epoca del compositore.

   Il Teatro Impertinente insieme al Centro Studi la Fenice collabora al progetto: durante lo spettacolo è prevista infatti la partecipazione di altri allievi dell’associazione impegnati simpaticamente in un gioco-teatro, guidati da Emanuele Morandi, educatore alla teatralità, attraverso alcuni episodi buffi della vita del compositore. Inoltre è previsto anche l’intervento dell’orchestra giovanile del Liceo Musicale “Mater Misericordiae” di Sanremo, diretta dal Marco Reghezza.
 Lo spettacolo ha come obiettivo l’avvicinamento del pubblico, sia giovanile, alla figura di uno dei compositori più importanti della storia della musica, attraverso un approccio che permette diverse chiavi di lettura che vanno ad aumentare l’ampiezza del bacino di utenza al quale lo spettacolo si rivolge.
 La leggerezza di Mozart bambino e le difficoltà incontrate dal compositore in età adulta saranno ulteriormente sottolineate attraverso la lettura di alcuni brani scelti tratti proprio dalle lettere scritte di pugno dello stesso compositore.



Emanuele Morandi

Posta un commento