domenica 29 settembre 2013

Dissetarsi nel deserto


Conclusa la prima parte del viaggio

   Ieri 28 settembre a Imperia Oneglia, al Centro Studi e Ricerca Evolutivi ChiHarHarmonia si è svolta la prima parte del percorso di Kineteatro - Teatro dell'Essenza.
   I partecipanti sono stati guidati attraverso esercizi di teatro contemporaneo, tenuti da Emanuele Morandi, ed esercizi di kinesiologia, tenuti da Giulia Macrì, in un percorso incentrato sull'attivazione di entrambi gli emisferi del cervello per mettersi meglio in contatto con il corpo e più precisamente con le sue possibilità energetiche, in grado di innescare meccanismi di auto-guarigione o di recupero dell'equilibrio.
   Il teatro in aiuto alla kinesiologia, i partecipanti hanno assunto le fattezze di ghiaccio, di acqua e di vapore, oppure hanno cambiato la temperatura delle proprie mani e la sensazione che esse davano al vicino semplicemente con visualizzazioni di base rendendo il contatto, fisicamente "sempre uguale", energicamente caloroso, fastidioso o leggermente caldo come il sole filtrato dalle fronde.

martedì 24 settembre 2013

Dissetarsi, respirare, ripartire.

Una piccola grande rivoluzione a Imperia

   Il 28 e il 29 settembre al Centro Studi e Ricerca Evolutivi ChiHarArmonia di Imperia (p.za Dante Alighieri 11) si svolgerà il corso di Kineteatro, tenuto dalla kinesiologa Giulia Macrì e dal fondatore del Teatro Impertinente Emanuele Morandi.
Due intere giornate per quello che si può definire un vero e proprio percorso esperienziale che unisce le potenzialità del teatro relazionale e di contatto con le tecniche di respirazione e di auto-guarigione proprie della kinesiologia applicata.
   Il programma sarà diviso in due giornate (dalle 9:30 alle 17:30) incentrate su due temi consequenziali tra loro: "Dissetarsi" e "Respirare", titoli ispirati alla figura del viaggiatore, il quale lungo il cammino trovando una fonte prima si disseta e poi prende un respiro profondo prima di riprendere il cammino, che sia a piedi, a cavallo, in treno o, come in questo caso, con e attraverso il Kineteatro, dove lo strumento teatrale serve per meglio trasmettere i fondamenti della kinesiologia, assolutamente applicabili nel quotidiano come lo è anche il metodo teatrale attraverso cui il corso viene presentato.
   Lo scopo è quello di valorizzare e sviluppare il proprio vero potenziale, pulendolo da tutte le costruzioni e gli orpelli con il quale lo soffochiamo prima di incentrarsi sulla sua espressione, genuina in quanto proveniente da una nuova consapevolezza fisica e mentale. Per questo ogni giornata sarà scandita dai concetti di ascolto, presenza, essenza.

lunedì 23 settembre 2013

Il Teatro Impertinente al Rifugio degli Artisti

Saluzzandosi con l'Associazione Intrecciastorie

   Saluzzo (CN) – Da venerdì 20 settembre fino a domenica 22 si è svolto al rifugio di Casa Gianotti (Saluzzo) la residenziale del “Rifugio degli Artisti”, titolo dato ai giorni di scambio tra l’associazione ospitante Intrecciastorie di Torino e il Teatro Impertinente di Imperia.
   L’idea di tale scambio nacque dall’incontro tra Annalisa Rolfo, Capitano di Vascello degli intrecciati, e Emanuele Morandi fondatore del Teatro Impertinente, ed è stata resa possibile anche grazie a Filomena Marangi di Intrecciastorie la quale ha trovato il luogo e lo staff, costituito dal cuoco Silvano Ilardo, che con assoluta maestria si è occupato dei pasti del resto dello staff di oltre 30 persone. Staff costituito dagli stessi partecipanti.
by Silvia Chiesa
   Di fatto la residenziale è stata formativa già al di fuori dei laboratori: più di 30 persone completamente autogestite nel rifugio, che senza imposizioni di sorta si occupavano naturalmente della pulizia degli ambienti, della sistemazione degli oggetti e delle stanze, di lavare i piatti o svolgere le mansioni di cucina più semplici, il tutto in modo sinergico e allegro nonostante le differenze di provenienza (da Torino a Capo Verde) e di età (dai 4 ai –anta anni).
   Dal punto di vista degli scambi già la sera dell’arrivo ha visto svolgersi la prima attività, consistente in una performance partecipata con il pubblico svolta dall'Associazione Intrecciastorie al tipico modo del Playback Theatre. Nella tarda serata al rifugio i partecipanti sono stati prima guidati dagli otto intrecciati in un percorso tra luci e ombre, di seguito al quale è stato chiesto al pubblico di raccontarsi vicendevolmente per poi riportare un’esperienza legata al sopracitato tema al resto dei presenti, esperienze che poi il volontario narratore del pubblico avrebbe visto mettere in scena davanti ai suoi occhi, non in modo narrativo ma soprattutto in modo simbolico, un’analisi introspettiva però svolta da persone esterne. Il Playback Theater è tornato al suo pubblico come un boomerang al cacciatore.

mercoledì 11 settembre 2013

E’ partito “Chiedi chi erano i Beatles”

IL PROGETTO INTERGENERAZIONALE DI EDUCAZIONE ALLA TEATRALITÀ


  La Rete per l’Invecchiamento Attivo e Auser, capofila del Progetto, insieme alle Cooperative Sociali, Jobel e Il Grifone annunciano che il giorno 10 Settembre  2013 è partito il corso di educazione alla teatralità “Chiedimi chi erano i Beatles”.
Il progetto è indirizzato a soggetti di età diverse e ha coinvolto numerose persone di giovani di età compresa tra i 25 e i 35 anni e anziane “over 60”.
  Avrà la durata di 3 mesi e si svolgerà presso i locali di Spazio 139 sito a San Bartolomeo al Mare, sede particolarmente idonea e compatibile con la metodologia del progetto. I Conduttori del corso, Geneviève Alberti di Teatro Lab ed Emanuele Morandi del Teatro Impertinente, hanno coinvolto le Associazioni per anziani presenti sul territorio. Gli incontri si svolgeranno una volta alla settimana per una durata di due ore circa.  Il progetto è reso possibile da Fondazione Carige che da anni finanzia iniziative e progetti in favore della persone anziane, delle loro condizioni e relazioni.

lunedì 9 settembre 2013

ATTRAVERSO LO SPECCHIO - ADVANCED STAGE

Ricominciano i corsi avanzati di Teatro Contemporaneo e Performing Art

  Oggi lunedì sera alle 20.45 alla Società Operaia di Porto Maurizio ricomincia il corso intensivo di Attraverso lo specchio - Teatro Contemporaneo e Performing Art.

  Del gruppo di allievi attori che ormai attraversa la cornice ogni lunedì ininterrottamente dall'autunno scorso solo una ristretta selezione di quelli presenti fin dall'inizio e/o con già altre esperienze attoriali alle spalle è stato scelto per questa avventura nello Specchio Profondo, che avrà come obiettivi il potenziamento delle tecniche di teatro contemporaneo e performativo e la eventuale realizzazione di uno spettacolo omonimo.


  Un corso per chi è già uno Specchionauta, o per chiunque voglia aggiungersi presentando un buon curriculum all'indirizzo teatroimpertinente@gmail.com