martedì 24 settembre 2013

Dissetarsi, respirare, ripartire.

Una piccola grande rivoluzione a Imperia

   Il 28 e il 29 settembre al Centro Studi e Ricerca Evolutivi ChiHarArmonia di Imperia (p.za Dante Alighieri 11) si svolgerà il corso di Kineteatro, tenuto dalla kinesiologa Giulia Macrì e dal fondatore del Teatro Impertinente Emanuele Morandi.
Due intere giornate per quello che si può definire un vero e proprio percorso esperienziale che unisce le potenzialità del teatro relazionale e di contatto con le tecniche di respirazione e di auto-guarigione proprie della kinesiologia applicata.
   Il programma sarà diviso in due giornate (dalle 9:30 alle 17:30) incentrate su due temi consequenziali tra loro: "Dissetarsi" e "Respirare", titoli ispirati alla figura del viaggiatore, il quale lungo il cammino trovando una fonte prima si disseta e poi prende un respiro profondo prima di riprendere il cammino, che sia a piedi, a cavallo, in treno o, come in questo caso, con e attraverso il Kineteatro, dove lo strumento teatrale serve per meglio trasmettere i fondamenti della kinesiologia, assolutamente applicabili nel quotidiano come lo è anche il metodo teatrale attraverso cui il corso viene presentato.
   Lo scopo è quello di valorizzare e sviluppare il proprio vero potenziale, pulendolo da tutte le costruzioni e gli orpelli con il quale lo soffochiamo prima di incentrarsi sulla sua espressione, genuina in quanto proveniente da una nuova consapevolezza fisica e mentale. Per questo ogni giornata sarà scandita dai concetti di ascolto, presenza, essenza.

Dissetarsi: l'importanza dell'elemento acqua per la salute
   In questo primo appuntamento verranno forniti alcuni strumenti utili per alleviare gli squilibri (spossatezza, difficoltà di concentrazione e memoria, incapacità espressiva, dolori muscolari ecc.) legati alla disidratazione fisica ed emotiva. Dissetarsi significa ascoltare i propri bisogni, darsi un'opportunità, rinnovarsi e ritornare a sentirsi parte dell'ambiente dove si vive. Dissetarsi è avere forza di portare acqua fresca nelle zone aride o stagnanti di noi stessi, è permettere all'acqua di smuovere e portare via le nostre paure e di nutrire le nostre potenzialità.

Respirare: il momento per riflettere
   Si tratta di processo di trasformazione nel quale, dopo aver trattenuto per tanto tempo tutto quello che si è e che si prova, lo si butta fuori, rinnovati e liberi.
   Ci sono dei momenti in cui ci si sente persi, in cui nulla ha senso. Ci sono momenti in cui si ha la sensazione di soffocare. Si raggiungono stati di grande stress dove sembra impossibile trovare una via di uscita: è necessario fermarsi per riprendere fiato e ripartire, dopo aver visto le cose dall’alto. Respirando nel corpo e nella mente è più facile trovare quelle soluzioni ai nostri conflitti anteriori con una maggiore onestà e libertà d’intervento. Questa giornata intende essere ossigeno puro, lavorando con cura prima di tutto sul respiro e sul battito ritmico del nostro cuore, azioni alle quali spesso e volentieri non prestiamo attenzione. Questa seconda giornata tenterà di far ritrovare un centro stabile nel costante caos della nostra quotidianità.


Isabella Biscaglia

INFO
Il corso si svolgerà durante la mattina ed il pomeriggio dei 2 giorni, in seguito all’adesione riceverete il programma dettagliato delle attività.

Possibilità di partecipare a una sola giornata!


Orario 10-17. Imperia P.ZZA Dante Alighieri n 11

Contatti per iscrizioni e informazioni su orari e costi:
info@chihararmonia.com
+39.338.18.50.869 (Chiara Zappoli, responsabile del Centro)


Posta un commento