domenica 16 febbraio 2014

Il secondo incontro di 4 Time Theatre, a inizio Marzo

Aspettando WEEKIMPRÒ!

   4 Time Theatre è il ciclo di 4 incontri sul Teatro Contemporaneo e Performing art che si propone di riportare il teatro nel suo luogo naturale: in mezzo alla gente.
   Organizzato dal Teatro Impertinente  e dal Parcheggio delle Nuvole, nella cui sede a San Martino (in Corso Cavallotti nei saloni parrocchiali della Chiesa della Mercede) avranno luogo i quattro workshop, svolti sempre durante il fine settimana.
   Il secondo incontro sarà svolto nel weekend dell’8 e 9 Marzo, tenuto dall’imprevedibile Eugenio Galli. Sinergia, collaborazione, fiducia e tanta voglia di divertirsi, assolutamente tutti insieme. In questo workshop verranno insegnati alcuni trucchi utili ai fini di una improvvisazione, trucchi che verranno sperimentati e sviscerati sul campo.

martedì 11 febbraio 2014

Teatro, formazione e condivisione

Chi fa da sé fa per tre

   Si è tenuto lunedì 10 febbraio 2014 il primo dei tre incontri del corso di formazione "Chi fa da sé fa per tre - Genealogia e gestione dei  gruppi di lavoro", presso la Sala Consiliare del Comune di Imperia, inserito nel catalogo delle proposte formative 2013/2014 del Teatro Impertinente e la Cooperativa Sociale il Grifone.
   Il corso commissionato dal settore "Servizi Sociali, Prima Infanzia, Attività Educative e Scolastiche" del Comune di Imperia, ha visto la presenza di tutto il personale, che ha avuto modo di partecipare all’innovativo programma strutturato in due anime complementari: razionale ed emotiva.

lunedì 3 febbraio 2014

Concluso PREX, il primo incontro di 4 Time Theatre

La Rivoluzione è l'Amore

Non è uno slogan
vecchio ne abusato.
Più probabilmente
è stato ignorato.
Fino ad ora.

   Il primo workshop di 4 Time Theatre, PREX, tenuto da Giovanni Berretta della compagnia Ordinesparso di Sarzana, nei saloni parrocchiali della chiesa della Mercede a San Martino (Sanremo), si è concluso con un grande successo, maggiore rispetto a quello preventivato. A conferma di ciò è stato il folto pubblico giunto per la "dimostrazione" o "chiusura aperta" del laboratorio svoltasi domenica sera alle sette. Pubblico che è uscito poi dalla sala in alcuni casi anche commosso.