martedì 29 aprile 2014

4TT 2014 - Antonella Usai: IL RITMO CHE CREA

Antonella Usai
4TT 2014 si chiuderà con 
Il Laboratorio di
Teatro Danza Indiano

   4 Time Theatre 2014 chiude in bellezza con un ultimo workshop il 10 e 11 maggio sempre ai saloni parrocchiali della Chiesa della Mercede a San Martino (Sanremo) sede del Parcheggio delle Nuvole, organizzatore insieme al Teatro Impertinente del ciclo di workshop che hanno avuto successo sempre crescente in questi mesi.
   La chiusura del primo 4 Time Theatre si avrà con Antonella Usai (laureata in storia del teatro) fondatrice nel 2009 assieme ad Elena Picco e Roberta Cipriani della associazione NAD, che ricerca anche interculturalmente vari aspetti della dimensione artistica della danza, come modo universale di scambio e confronto tra persone.
   Ma già dal 1999 dall'associazione operante in tutto il Piemonte è nata la Compagnia NAD, un ulteriore centro di studi sulla danza più approfonditi, che ha portato a numerosi scambi con il resto dell'Europa, oltre che con il Marocco e, naturalmente, l'India.
   Il Bharatanatyam è appunto un tipo di danza indiana molto antica, che Antonella Usai ha avuto modo di studiare direttamente in India grazie ad una borsa di studio, ottenuta nel 2000 grazie al suo essersi distinta nella studio di varie danze (la Usai ha iniziato a danzare classica‚ modern jazz‚ contemporanea‚ afro e flamenco alla scuola Farco-Morra già a otto anni!) e aver intrapreso la carriera di danzatrice professionista con alcune compagnie europee (Zet Tanztheater‚ Rigolo Tanzendes Theater‚ Cie Pierre Droulers ecc.). si è così diplomata in tale danza alla scuola Darpana Academy of Performing arts di Ahmedabad, poi divenendo la prima danzatrice occidentale ingaggiata dalla Compagnia di Mrinalini e Mallika Sarabhai, con la quale compie tourneé per tutta l'India e perfino a Singapore.
   Una danza che è anche simbolo, filosofia, creazione, teatro, musica. Propedeutica a tutto questo e anche più: più danzi e più è propedeutica.
   Scopo dello stage non è tanto insegnare i fondamenti di un'arte tanto antica e complessa (in soli due giorni sarebbe impossibile!) ma tramite essa esplorare lo spazio, che sia del proprio corpo o di esso nello spazio intorno, e della sua relazione con altri corpi anch'essi nello spazio.
   Ormai dovrebbero essere parole familiari: performance è essere se stessi, qui e ora. Esplorando e giocando, ricercando.


Certe cose si possono dire con le parole, altre con i movimenti, ma ci sono anche dei momenti in cui si rimane senza parole, completamente perduti e disorientati, non si sa più che cosa fare. A questo punto comincia la danza.
Pina Baush


Isabella Biscaglia



Per maggiori info:
4 Time Theatre 2014
teatroimpertinente@gmail.com
+39 3476375458
ilpargheggiodellenuvole@yahoo.com
+39 3890230544

Posta un commento