mercoledì 28 maggio 2014

IDFest 2014 AU REVOIR, la conclusione

IDfest (Imperia DAMS Festival) 2014

Ultima giornata: laboratorio
by Silvia Chiesa
Si è concluso con successo: au revoir a quest’autunno!
   Si è concluso con franca emozione l’IDfest (Imperia DAMS Festival) 2014, la rassegna artistica ideata e organizzata dal DAMS di Imperia, giunta ormai alla sua sesta edizione, che ogni anno porta nella Sala Eutropia dello Spazio Calvino del Polo Universitario le più interessanti personalità del panorama artistico e critico nazionale e non solo.


Laboratorio teatrale
by Silvia Chiesa
  Per tutto il mese di maggio, il lunedì e il mercoledì, la Sala Eutropia ha ospitato un corso di educazione alla teatralità del Teatro Impertinente, diretto Emanuele Morandi. Il 24 non ha fatto eccezione, ponendo come chiusura dell'Imperia DAMS Festival 2014 una serata di attività laboratoriali e coinvolgenti, aperte a tutti e che hanno visto una partecipazione crescente nel tempo.
   Qui, per spiegare i retroterra del corso, due link di fine estate 2013: il primo relativo all'inizio del corso avanzato di Attraverso lo Specchio, ed il secondo relativo all'inizio dei nuovi corsi di Attraverso lo Specchio.

   Qui il link alla pagina dedicata all'evento, e all'articolo di apertura.


Da sinistra: Isabella Biscaglia, Raffaele Mellace, Luca Cerchiari,
Emanuele Morandi, Sara Pellegrini
by Silvia Chiesa
   L’8 maggio Luca Cerchiari, critico e docente di musica all’università di Padova, uno dei maggiori esperti di jazz in Italia e non solo, ha aperto la serie degli eventi di questa edizione di IDfest, con una giornata completamente dedicata al jazz, ideata e condotta dal professor Raffaele Mellace, nel corso della quale Cerchiari ha presentato due sue recenti pubblicazioni, in particolare sull’opera di Miles Davis; e si sono avuti emozionanti collegamenti in videoconferenza, in particolare col musicista Giorgio Gaslini.
   Qui il link del comunicato stampa, e qui del resoconto dell'incontro.

Da sinistra: Eleonora Oliveira, Isabella Biscaglia, Emanuele Morandi,
Giuseppe Romano, Marco Vallarino, Enrico Luly, Sara Pellegrini
by Silvia Chiesa
   Il 13 maggio, poi, dalla musica si è passati al mondo dei videogames: ospiti speciali Giuseppe Romano, docente di Lettura e Creazione di testi interattivi all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e all’Accademia Santa Giulia di Brescia, che ha presentato il libro Mass effect; e Marco Vallarino, giornalista, scrittore ed esperto di videogames, che ha illustrato agli studenti come l’interattività possa essere applicata in modo utile e divertente a campi diversi, fra cui appunto l’educazione.
La diretta streaming
by Silvia Chiesa
   La sera dello stesso 13 maggio, si è avuto poi l’appuntamento clou di questo sesto IDfest: in diretta streaming dal Teatro della Tosse di Genova la prima dell’Amleto di Shakespeare per la regia di Sandro Baldacci (già docente al DAMS di Imperia), in scena gli attori detenuti della Casa Circondariale di Marassi. Anche se a distanza, il pubblico ha potuto godere di uno spettacolo unico e straordinario, probabilmente il primo esperimento del genere in Italia per uno spettacolo di teatro carcere; e applaudire al ringraziamento ufficiale che il regista Baldacci ha fatto al DAMS e all’IDfest per questa diretta, di fronte a tutte le autorità genovesi convenute.
   Qui il link del comunicato stampa riguardante Gamification, qui il comunicato stampa riguardande Amleto e qui del resoconto della giornata.

Da sinistra: Christian Gullone, Valentina Di Donna,
Emanuele Morandi
by Silvia Chiesa
   Ancora teatro, il giorno dopo, 14 maggio, nella Sala Eutropia, con la performance di Emanuele Morandi (Teatro Impertinente), Valentina Di Donna e Christian Gullone (Il Parcheggio delle Nuvole) Gli spauracchi crescono nel vuoto; in prima cittadina, il lavoro dei tre attori imperiesi – tutti e tre ex studenti del DAMS – ha inteso raccontare l’evolversi delle varie fasi del lutto, in attesa della fine del mondo.
      Qui il link del comunicato stampa, e qui del resoconto dell'incontro.

Manira Rossi in centro, di fianco a lei il prof. Caffarena
e Susanna Sforza
by Silvia Chiesa
   Il giorno seguente, 15 maggio, si è passati dal teatro alla storia con “Le streghe della notte”, lezione-spettacolo, corredata di appassionanti documenti storici, in cui Marina Rossi dell’Università di Trieste ha raccontato il misconosciuto mondo delle donne pilota russe della seconda guerra mondiale; da un’idea di Susanna Sforza, con l’introduzione del professor Fabio Caffarena.
   Il pomeriggio poi è stato interamente dedicato allo scrittore e poeta di origini ponentine Francesco Biamonti. Da un’idea della professoressa Simona Morando, che pure ha curato personalmente l’organizzazione e coordinato il  convegno, si è reso possibile un autentico viaggio nella vita e nell’opera di questo grande scrittore.
I ragazzi del DAMS alla rappresentazione
by Silvia Chiesa
 
Dopo una breve introduzione sono intervenuti Giancarlo Biamonti, fratello di Francesco, Marino Magliani, Corrado Ramella e Luca Picconi e Giorgio Bertone che hanno ricordato con grande affetto il Francesco scrittore, ma anche il Francesco uomo, amante della sua terra. In conclusione gli studenti del corso di Drammaturgia guidati dall’attore e regista Pino Petruzzelli hanno realizzato una rappresentazione ricca di phatos e impegno, leggendo e recitando alcuni passi dell’opera di Biamonti Vento Largo, suggellando così spettacolarmente questo grande e riuscito omaggio a Biamonti.
      Qui il link del comunicato stampa, e qui del resoconto della giornata.

Roberta Alloisio e alcuni artisti del Suq Genova
by Silvia Chiesa
   Infine, il 16 maggio, gran finale di questa edizione: la compagnia multietnica del Suq Genova Festival ha presentato la conferenza-spettacolo L’intercultura va a scuola: le differenze come valore - presenti gli artisti della compagnia Suq: danzatori, attori, cantanti che ha raccontato la loro formazione artistica e si sono esibiti in brevi performances (l’evento è stato possibile grazie al contributo della Regione Liguria, Assessorato Formazione).
Alcuni cantautori del Manifesto
by Silvia Chiesa
   La sera, in conclusione, è stato presentato Per un manifesto dei cantautori liguri - i nostri anni 10, presenti Christian Gullone, Chiara Ragnini, Ramon Gabardi, Seggio Pennavaria, Geddo, Roberto Grossi Subbuglio e molti altri artisti. L’evento, in collaborazione con Audiocoop Liguria, Associazione Metrodora e Toast Records, da un’idea di Christian Gullone, è stato introdotto dall’assessore alla cultura del Comune di Imperia Sara Serafini, dalla coordinatrice del DAMS di Imperia Maurizia Migliorini e presentato dal giornalista Matteo Paoletti – anch’egli laureato in DAMS e in Scienze dello Spettacolo a Imperia. La serata si è proposta di presentare al pubblico un nuovo manifesto del cantautorato ligure: riuniti nella cornice dello spazio Calvino presso il Polo universitario imperiese.
   Qui il link del comunicato stampa, e qui del resoconto della giornata.

   Con l’occasione, sono stati rivolti ringraziamenti a tutto il gruppo organizzatore, sostanzialmente volontario: al professor Roberto Cuppone, ideatore dell’evento; a Paola Silvano, condirettrice artistica; al Teatro Impertinente e in particolare a Emanuele Morandi, direttore artistico del festival; a Isabella Biscaglia, per il suo contributo organizzativo; a Sara Pellegrini e Alessandra Chiappori per l’ufficio stampa; a Silvia Chiesa per le foto e a Fabio Zenoardo per il supporto tecnico. Un ringraziamento speciale come sempre è andato alla SPUI per aver concesso lo spazio, la foresteria e i necessari sostegni logistici. Ma soprattutto il grazie del pubblico è andato ai docenti del DAMS, agli studenti e a tutti quelli che hanno contribuito e partecipato allo svolgersi dell’evento.

   Titolo della sesta edizione era Au revoir: l’arrivederci infatti è già per questo autunno, alla riapertura dei corsi, con un programma che è già in fase di preparazione.



Isabella Biscaglia



IDfest Imperia DAMS Festival 2014 è realizzato a cura degli studenti e dei docenti del DAMS di Imperia.

IDstaff
Direzione: Paola Silvano, Emanuele Morandi
Ideazione: Roberto Cuppone
Organizzazione e ufficio stampa: Alessandra Chiappori, Sara Pellegrini
Organizzazione, promozione: Cooperativa Sociale Il Grifone, Teatro Impertinente, Il Parcheggio delle Nuvole, IDams
Ideazione grafica: Cooperativa Sociale il Grifone
Assistenza tecnica: Fabio Zenoardo
Fotografia: Silvia Chiesa
Web Manager T.IMP: Isabella Biscaglia
Amministrazione: DIRAAS (Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Antichità, Arti, Spettacolo)

   Si ringraziano il personale non docente del Polo Universitario di Imperia, il personale docente del DAMS e il personale amministrativo del DIRAAS.
Posta un commento