giovedì 5 marzo 2015

TERRA DURA e pura! - resoconto del secondo appuntamento

TERRA DURA
e pura!

Concluso l'appuntamento di marzo già si guarda ai due per maggio

    Domenica scorsa, al centro sociale La Talpa, sono state molte le persone che hanno partecipato a questo secondo appuntamento di baratto e scambio.
   Quello di domenica, come nei futuri appuntamenti, è stato un momento di festa insieme, alla ricerca del buon senso, dedicato al libero scambio, all'autoproduzione, ai prodotti a chilometri zero, all'autocertificazione, per favorire una rete di sussistenza locale. Importanti anche i laboratori di riciclo, per insegnare alla cittadinanza e ai curiosi a gettare in modo intelligente e corretto la spazzatura domestica.
   La giornata ha visto allestiti spazi appositi per i bambini che hanno potuto svagarsi e interagire tra di loro e ci sono state esibizioni di artisti locali e non che in cambio non hanno ricevuto denaro ma, in linea con la filosofia dell'evento sono stati ripagati con conserve, semi, oggetti artigianali.
   "Quello che vi proponiamo" scrivono i ragazzi del gruppo. "è un incontro amichevole e informale tra persone che hanno l'intento di ridurre al minimo i consumi; di accorciare il più possibile le distanze tra chi produce e chi usufruisce di beni; un incontro amichevole per produrre e scambiare direttamente, senza tanti passaggi intermedi, e per offrire ad altri cibo e oggetti naturali in cui si è messa la cura e l’attenzione di chi produce per il proprio uso."
 Chiunque abbia qualcosa da scambiare come ortaggi, vestiti, prestazioni artistiche, oggetti artigianali, può contattare i ragazzi di Terra Dura.
Musica a KM0
by Silvia Chiesa
   Il "dio denaro" ha ormai assunto nella nostra società un'importanza imprescindibile ed esponenziale. Cosa succederebbe se si tornasse a quando i soldi non esistevano? A quando vigevano le regole dello scambio equo e del baratto? "Terra Dura e pura" nasce dalla volontà di un gruppo di singoli cittadini che hanno deciso di tornare alle origini e di organizzare un evento culturale basato sul libero scambio, per favorire i piccoli produttori, gli artigiani e per contrastare gli sprechi. Un modo per far conoscere le persone e i loro prodotti.



Per maggio sono previste altre due giornate analoghe.

Per informazioni scrivete una mail all'indirizzo terraduraepura@gmail.com

Sara Pellegrini
Posta un commento