giovedì 10 settembre 2015

Vi aspettiamo per il 19 Settembre per Terra Dura e Pura, la festa del libero scambio!

Terra Dura, la festa del libero scambio, dell'autoproduzione e della sostenibilità nel Ponente ligure.

Sabato 19 settembre, dalle ore 15, Terra Dura apre l'autunno nello spazio autogestito Babilonia di Cervo, in via Steria 47, che ospita la quarta edizione di questa iniziativa: una festa in onore della terra, un momento di incontro per scambiarsi prodotti sani, genuini, coltivati nel rispetto della natura e dell'uomo. Il buon senso prima di tutto e poi il buon seme verrà.

Già fieri dei risultati e del riscontro positivo, il collettivo di Terra Dura continua a promuovere il libero scambio di prodotti agricoli e non solo, con un' attenzione particolare al km 0. Ci troverete coltivatori etici e responsabili che non si occupano di grandi produzioni ma di piccoli orti sani, che non conoscono i veleni industriali e soprattutto rispettano la stagionalità.
Mele, insalata, formaggi, pane casereccio, conserve autoprodotti e sostenibili, con garanzia di trasparenza e sincerità!


L'allestimento non riguarderà soltanto prodotti agricoli perché Terra Dura coinvolge anche artigiani, sapienza manuale in disuso; intreccio di cesti, abiti fatti a mano con estro e colore. Consapevolezza ecologica, riciclo di materiali e buone dosi di creatività. Erbe, conoscenza delle loro proprietà, di ciò che la natura regala per curare e prendersi cura.

Si accoglie e ci si accoglie e si fa festa, perciò non mancherà musica dal vivo locale e solidale: percussioni e dj set dall'ora dell'aperitivo a sera. E segnatevi: per questa edizione Terra Dura si allunga fino a sera. Ci sarà la possibilità di cenare assaggiando cibo buono e speciale e insieme sostenere con un'offerta libera il lavoro di tutti coloro che organizzano e partecipano a titolo completamente gratuito. Le offerte serviranno unicamente a coprire spese di piccola promozione e a rendere possibile le edizioni future.
Mettete già nella borsa un piatto, una posata, un bicchiere così la cena, lo spuntino o quello che vorrete sarà davvero a impatto zero sull'ambiente. 

Un posto riservato per l'arte, che è passione, emozione e tecnica. Gli stessi ingredienti che in fondo occorrono all'organizzazione di questo evento. Per l'occasione sarà allestita una mostra a cura di Elisa Furini del Lalita Laboratorio Creativo 
.
Laboratori con furore. Sia per grandi sia per piccini laboratorio di tintura degli abiti con una tecnica africana: erbe, terra, acqua e culture lontane. La manualità e insieme la conoscenza antica. Evelyne e Madu, ospiti per questa edizione, guideranno il laboratorio aperto  a tutti i curiosi, gli artisti e i produttori. A quale categoria appartenete? Se invece non vi riconoscete in nessuna delle tre e vi sentite vibrare nel ballo, sarà presente Rossella con il suo laboratorio di tarantella. Consigliato sia ai timidi che agli audaci e naturalmente a coloro che sono stati morsi dalla taranta.

I giochi del Ludobus
Per i piccoli d'uomo sarà predisposto uno spazio organizzato con giochi d'altri tempi e animazione per vivaci e per tranquilli. Già in viaggio verso questo sabato di settembre, ci sarà difatti il Ludobus. Il mezzo di trasporto per giocare: animazione trasportabile a cura della cooperativa sociale Hesperos. Giochi in legno nel rispetto sia della tradizione italiana sia della tradizione europea. Per giovani, anziani, bambini, avvocati, notai, contadini, insegnanti etc...

Un grande contenitore per tutti, per diffondere conoscenza e informazione. Per costruire una rete di persone che pensano, agiscono, lavorano per una realtà più etica e responsabile, basata sullo scambio e sull'incontro.

Non lasciate a casa la voglia di fare festa e di condividere!


Elena Spadola

Posta un commento