lunedì 2 novembre 2015

"La gatta parlante" di Mariafranca Lepre - Si chiude il ciclo di Aperitivo con l'Autore

LA GATTA PARLANTE
una promessa è una promessa

"Temo che gli animali vedano nell’uomo un essere loro uguale che ha perso in modo estremamente pericoloso il sano intelletto animale: vedano ciò in lui l’animale delirante, l’animale che ride, l’animale che piange, l’animale infelice".
 - cit. Friedrich Nietzsche

"La gatta parlante" di Mariafranca Lepre (ed. L'Età dell'Acquario) passeggia regale ed elegante chiudendo il ciclo autunnale di Aperitivo con l'Autore, un'iniziativa della Libreria Mondadori di Imperia, sostenuta dall'ArteCafè e dal Teatro Impertinente.
Mariafranca Lepre, una riccia classe 1957. Laureata in lingue straniere moderne, diplomata in naturopatia, istruttrice di canyoning, non ha ancora deciso cosa fare da grande. Per il momento dà una mano nel negozio di strumenti musicali del fratello.
Si è lasciata convincere a presentare il suo primo libro nonostante non ami mettersi in mostra, perché, come mi ha confidato, si ritiene una donna selvatica. Infatti è la professoressa Nicoletta Sasso, che presenta il libro insieme all'autrice, a rompere gli indugi e a condurre il pubblico dentro la lieve e delicata storia della gatta Munie e della sua padrona.

"Munie è nata saggia e nobile d'animo, Munie è uno specchio: guardi i suoi occhi e vedi i tuoi errori, lei inclina il capo e tu capisci che hai sbagliato e cosa devi fare non perché te lo imponi ma perché comprendi".
Fin dal primo giorno la gatta dimostra di essere una creatura speciale: al di sopra delle scaramucce della vita quotidiana, testimone distaccata di ciò che accade, restia a intervenire per cambiare il corso delle cose, se non quando assolutamente indispensabile. Come un vecchio saggio zen, non oppone resistenza, lascia fluire, il suo corpo e il suo spirito si adattano a qualsiasi spazio fisico-emotivo. Sembra essere consapevole in ogni istante di ciò che sta facendo, vive pienamente l'attimo presente. Si muove nel mondo con eleganza silenziosa, regalando vicinanza e amore incondizionato con il suo semplice esserci.
Un nutrito gruppo di persone ha seguito la presentazione di questo libro, soffice come pelo, presentato alla Fiera di Francoforte e premiato a Fiesole. Un libro che nasce da una promessa, quella fatta dalla scrittrice alla sua gatta vicina alla fine dei suoi giorni terrestri. - Ho promesso a lei che avrei raccontato la sua storia e  dopo due anni dalla sua morte l'ho fatto di getto, piangendo molto mentre ripercorrevo quel che ho vissuto. Poi ho messo il punto e non ho più riletto nulla. -
La vita mi ha dettato le parole, continua ancora Mariafranca. Parole lievi, una scrittura che suggerisce e fa intuire, senza mai calcare, tanto da pensare che il dolore per la perdita possa essere trasformato, come osserva la professoressa Sasso.
Un 'empatia molto forte nei confronti degli animali ha accompagnato tutta la vita della scrittrice. - Amo i gatti, li sento vicini, sento di poter comunicare con loro. Il loro linguaggio, così come quello degli altri animali, è universale e univoco. Basta un gesto, un atteggiamento, uno sguardo: Munie era così, chiara, trasparente, inequivocabile e capace di amore incondizionato perché senza pregiudizi -. Mariafranca delicatamente si commuove al ricordo.
- La vita è fatta anche di semplicità e lentezza e gli animali sono insegnanti in questo. Mi piacerebbe scrivere ancora di loro perché credo di saper leggerli meglio delle persone. -
Una signora in verde tra il pubblico piange ancora una volta. Gli animali sono le uniche creature che riescono a entrare in contatto con l'emotività umana, penso. Perché tra persone non è possibile? Perché ci rapportiamo con l'altro armati fino ai denti?
Mentre rimango sospesa tra la commozione dei presenti, i miei interrogativi intorno al mondo umano e a quello animale, il ciclo della rassegna d'autunno si conclude qui per riprendere poi con i favori della primavera.


Elena Spadola


Per altri eventi artistici ad Imperia
tenete d'occhio l'ArteCafé ed il nostro blog!
Stay Tuned! 

Posta un commento