mercoledì 30 marzo 2016

STEP for THEATRE | ad aprile: "Il Ritmo che Crea" con Antonella Usai alla "Scuola d'Arte e Spettacolo" di PortoSole

9-10 Aprile
Il Ritmo che Crea
9-10 Aprile con Antonella Usai
Alla Scuola d'Arte e Spettacolo di Portosole torna il Bharathanatyam


Continua Step for Theatre alla Scuola d'Arte e Spettacolo di PortoSole (Sanremo) nel week-end del  9-10 aprile con Il Ritmo che Crea. Stage di teatro danza indiano Bharathanatyam con Antonella Usai, prima danzatrice occidentale ammessa nella Compagnia di Mrinalini e Mallika Sarabhai, con la quale compie tourneé per tutta l'India e non solo.
"Il corpo come connessione al divino": ecco di cosa tratterà lo stage, in quanto la serie di gesti codificati che la compongono sono sia bagaglio culturale millenario, sia un sempre nuovo ed attualissimo vocabolario espressivo per chi si approccia anche per la prima volta a tale danza. Divino è da intendersi come Sé: perché e come danzare? Semplicemente seguendo i propri ritmi e voleri, tornando uno con se stessi. Togliendo il piede dall'acceleratore odierno si potrà diventare uomo, donna, animale, divinità o sasso nell'arco della stessa storia, essere ritmo e simbolo della narrazione. Questo week-end propedeutico allo stile di teatro danza indiano Bharatanatyam è aperto a chiunque voglia approfondire la propria ricerca artistica, qualsiasi essa sia: attori, danzatori, musicisti e cantanti troveranno ognuno un aspetto diverso di questa forma d'arte a tutto tondo ad accoglierli.


Per tenere il passo nel teatro, nella danza, in ogni percorso quotidiano
Step for Theatre

Per info e prenotazioni
teatroimpertinente@gmail.com
349 871 6264 (Valentina Di Donna)
340 256 1376 (Isabella Biscaglia)

martedì 29 marzo 2016

Martial Arts Theatre: l'esperienza con gli affidi Hesperos e prossima avventura alla PowerGym

6 mesi da Dragoni

Il corso di Martial Arts Theatre si è svolto in 15 incontri dal 23 ottobre all'11 marzo, presso le opere parrocchiali di Imperia Porto Maurizio. Ha coinvolto ragazzi tra i 12 e i 16 anni, in carico alla Cooperativa Sociale Onlus Hesperos, oltre che i loro stessi educatori ed un bambino di 10 anni.
Il corso si è svolto nella formula riservata a gruppi senza esperienze marziali o di sport da combattimento (il modulo "Dragone").
Aspettando l'inizio della prossima avventura alla palestra PowerGym, qui sotto i commenti di alcuni educatori.

giovedì 24 marzo 2016

Scrittura in Carcere alla Casa Circondariale di Imperia

# Scrittura in Carcere #
quando le sbarre
diventano i quadretti di un foglio


Genevieve Alberti
by Fabio Zenoardo
Genevieve Alberti è una scrittrice di narrativa e drammaturgia che il Teatro Impertinente ha incontrato diverse volte nel suo cammino. La sua ultima realizzazione narrativa è Colazioni Surrealiste, nel quale si vede lei sia una scrittrice di quelle che esplorano e ricercano in lungo e in largo e, soprattutto, in dettaglio.
Questo ed una personalità e penna dirompenti sono le caratteristiche che hanno reso possibile un'avventura inusuale quanto un laboratorio di scrittura nella casa Circondariale di Imperia, per cui la abbiamo intervistata per primi.


Come è nato il laboratorio di Scrittura in Carcere alla Casa Circondariale di Imperia?
Mi sono aggregata agli insegnanti volontari che in carcere tengono lezioni di tutte le materie per le medie e il biennio delle superiori. Ho parlato alla prof. Silvia Carli, che fa inglese e le ho manifestato il desiderio di insegnare scrittura creativa, e lei mi ha presentato agli educatori del carcere che hanno aderito con entusiasmo all'iniziativa.

lunedì 21 marzo 2016

Resoconto di STARDUST, stage di musica e performance by Teatro Impertinente

S*T*A*R*D*U*S*T
20-21 febbraio in musica con
Christian Gullone e Valentina Di Donna
Le vere stelle sono solo i puntini più belli dell'universo

Valentina di Donna in centro, Christian Gullone il secondo da sinistra 

Nel week-end tra il 20 e 21 febbraio si è svolto S*T*A*R*D*U*S*T, alla Scuola di Danza Portosole a Sanremo, entrambi i giorni dalle ore 10 alle ore 18, con Christian Gullone e Valentina Di Donna. Lui cantattore (sì, con due "t", e proprio l'autore del recente singolo Mariposa) e lei attrice e performer da lungo tempo impegnati nella città della musica e dei fiori in attività artistiche. Dopo lo stage li abbiamo intervistati per conoscere meglio tale progetto, e qui sotto vi è il risultato!

mercoledì 16 marzo 2016

ISOLAT - Il Prezzo del Biglietto - in scena venerdì 18 al Teatro Salvini

Due nomi sono impertinenti ;D

il prezzo del biglietto

Venerdì 18 alle 20.30 presso il Teatro Salvini andrà in scena "Il prezzo del biglietto", frutto del progetto internazionale di formazione ISOLAT, rompre les frontières, sul tema dell'isolamento trattato attraverso il Teatro Forum, forma teatrale di partecipazione democratica, nata negli anni '60 brasiliani, dove il pubblico è invitato ad intervenire per cambiare la scena. Attraverso la finzione drammatica il Teatro Forum cerca strumenti di educazione alla convivenza civile, alla pace e alla gestione dei conflitti.
ISOLAT è un importante progetto internazionale ERASMUS+, con capofila il Teatro dell’Oppresso di Parigi che ha diffuso questo prezioso strumento didattico e culturale agli operatori socio-educativi di ARCI Liguria, come anche a agli altri partner coinvolti: l’Istituto Interculturale di Timisoara, il Teatro Ashtar della Palestina e il Municipio di Ponta do Sol di Madeira.

martedì 15 marzo 2016

STEP for THEATRE | a marzo: "Il morso della Tarantola" con Anna Dego e "Radici" con Eleonora Aschero, alla Scenart

A marzo
Il morso della Tarantola e Radici
5-6 con Anna Dego e 19-20 con Eleonora Aschero
Alla Scenart di Diano Marina due grandi stage di teatro-danza

Continua Step for Theatre alla scuola di danza Scenart di Diano Marina nei week-end del 5-6 marzo e 19-20 marzo vi saranno due grandi stage di teatro-danza: Il morso della Tarantola con basi nella tarantella e Radici con basi nel circo!
Nel primo stage, con Anna Dego, si danzerà in modo libero, ispirati dal ritmo caratteristico dei diversi tipi di tarantella anche moderne, mescolandosi alle energie del gruppo o ponendosi al centro di esso, come il tarantolato di turno! La tarantella sarà presa come base dalla quale trovare la propria danza: energica, malinconica, sensuale, per liberarsi di ogni veleno ritrovando il proprio movimento e il suo posto nella danza liberatoria corale.
Nel secondo, con la Impertinente Eleonora Aschero, si esplorerà il concetto di radicamento attraverso un percorso di ascolto e naturalezza del movimento. Come acrobati e funamboli si sperimenterà la consapevolezza dell'equilibrio e del cadere, carpendo i segreti che collegano terra e cielo, per valorizzare la propria proposta espressiva.
Sarà vissuto il movimento attraverso il respiro, il radicamento al terreno attraverso i piedi, l'equilibrio e il disequilibrio: passando dalla danza, dal teatro e dal circo per tornare ad abitare il proprio spazio interno come quello condiviso.
Questi due stage a breve distanza godranno di prezzi speciali ;-D


Per tenere il passo nel teatro, nella danza, in ogni percorso quotidiano
Step for Theatre

Per info e prenotazioni
teatroimpertinente@gmail.com
349 871 6264 (Valentina Di Donna)
340 256 1376 (Isabella Biscaglia)

lunedì 14 marzo 2016

ACT in ACTION - le residenziali di ArtiColazioni Teatro


ACT in ACTION 
workshop residenziali tra teatro, danza e canto

Nata nell'aprile 2013, ACT - ArtiColazioni Teatro è una compagnia teatrale che si occupa di formazione e messa in scena di inediti.
I nostri vicini hanno organizzato quest'anno un ricco calendario di stage incentrati su teatro, danza e canto, oltre che sulla scrittura teatrale e l'uso delle marionette: questo articolato programma è ACT in ACTION.


venerdì 11 marzo 2016

TEATRO AFFRATELLAMENTO | Rassegna "Nuovi Teatri di Comunità" - premiazione di "C'è del marcio in Danimarca"

TEATRO AFFRATELLAMENTO | via Giampaolo Orsini 73, Firenze | febbraio - maggio 2016
IV edizione della rassegna
NUOVI TEATRI DI COMUNITà
Teatro Sociale in ambito educativo

La quarta edizione della rassegna NUOVI TEATRI DI COMUNITẢ, curata dalle associazioni Kanharos e Agita, con il sostegno della Regione Toscana e la collaborazione della Rete toscana di Teatro Educazione, vuole porre l’attenzione su alcune esperienze regionali e nazionali di teatro sociale e della comunità. che lavorano su linguaggi e tematiche border line, collocabili sulla soglia di ciò che “fa la differenza”.

Compagnia dei Girasoli
C'E DEL MARCIO IN DANIMARCA
12 marzo 2016 | ore 15.30 incontro di preparazione alla visione | ore 17 inizio spettacolo 
Il primo studio di C'è del marcio in Danimarca è stato presentato nel giugno 2012 al Teatro Verdi di Poggibonsi (SI), mentre la versione finale dello spettacolo è stata presentata nel giugno 2013 al Teatro dei Varii di Colle Val d'Elsa (SI). Con questo spettacolo nel giugno 2014 la compagnia ha partecipato alla XI Biennale Internazionale Therapy and Theatre di Łódź (Polonia).
C'è del marcio in Danimarca è stato segnalato come miglior spettacolo al Festival Anticorpi 5.0 di Roma nel maggio del 2015 e verrà replicato e premiato il 12 marzo 2016 a Firenze, al Teatro Affratellamento, nella Rassegna Nuovi Teatri di Comunità, in rete con il Festival Anticorpi.
Il progetto sull'Amleto parte da presupposti diversificati ed esigenze diverse, per andare a comporre una struttura drammaturgica pronta per essere messa in discussione. Infatti, come è consuetudine nel lavoro pluriennale di questo gruppo, lo spettacolo prende la sua forma effettiva attraverso l'improvvisazione e la creazione collettiva di personaggi e scene.
"In primo luogo" racconta la compagnia "ci eravamo proposti di lavorare sulla scena prevalentemente con la musica e il movimento nello spazio, per continuare, in modo più approfondito, a imparare a gestire il rapporto con il corpo, la postura, il gesto, e con gli altri “corpi” ed oggetti in scena.
[...] ha preso piede l'idea di mettere in scena alcuni personaggi dell'Amleto, a partire da un canovaccio, lasciando lo spazio alla quotidianità dei gesti e della parola, lasciando libere le incursioni dell'improvvisazione e di tutti quegli accadimenti che avvengono fortuitamente e fortunosamente grazie ad attori la cui forza sulla scena risiede proprio nella restituzione dell'inatteso e della semplicità del reale."
I personaggi della nota tragedia shakesperiana ripercorrono le celebri vicende sul destino del principe danese e della sua corte tra dialoghi bizzarri, incursioni oniriche, dubbi e tentativi di interpretazione, doppie figure e maschere irrisolte, nel vano tentativo di districarsi tra le maglie della storia che vanno a raccontare.

PROSSIMI APPUNTAMENTI DELLA RASSEGNA

12 marzo 2016, ore 17.00
La Compagnia dei Girasoli di Siena presenta C’è del marcio in Danimarca segue premiazione dello spettacolo, vincitore del Festival Anticorpi 2015

9 aprile 2016, ore 17.00
L’Associazione Lunatikos di Pistoia propone Percorsi esperienziali – Esercizi di affidamento

7 maggio 2016, ore 17.00
Il Laboratorio Si fa teatro, a cura di Patrizia Mazzoni e Miriam Bardini, con il patrocinio del Comune di Figline e Incisa Valdarno e il sostegno di unicoop Firenze, presenta Oggi la peste scene del Decamerone di Boccaccio, interpretate da adolescenti di oggi

Attività ed incontri destinati agli spettatori, a cura delle associazioni Agita e Kantharos

INFO
Ivana Conte ivanaconte@libero.it
Patrizia Mazzoni pattymq@fastwebnet.it

martedì 8 marzo 2016

L'8 marzo teatrale negli anni

DONNE E TEATRO

"Signorette - Le donne si guardino dal lasciar tracce di rossetto sulle schede"

La festa della donna non può che concludersi in bellezza con questo evento, nato per ricordare il 70° anniversario del primo voto alle donne (1946/2016) uscirà da martedì 8 a domenica 20 marzo al Teatro Tor Di Nona, che con l'Associazione Culturale Musicale Beat 72 presenterà: "Signorette - Le donne si guardino dal lasciar tracce di rossetto sulle schede" (di e con Tiziana Avarista, Carmen Giardina, Anna Maria Loliva, Federica Marchettini regia di Nuccio Siano).
"Quattro italiane di oggi raccontano le battaglie e le vittorie delle italiane di ieri, con uno spettacolo che - a 70 anni dal suffragio universale - parla della grande avventura del voto alle donne in Italia."
Potete aiutarli a raccontarla online postando video e foto d'epoca delle donne della vostra famiglia e delle protagoniste di allora che più amate sulla pagina FB dello spettacolo!

venerdì 4 marzo 2016

ARTADEMIA visita alla prima non scuola al mondo

ARTADEMIA
La visita alla scuola della voglia di vivere


“Dimmi ed io dimentico. Mostrami ed io ricordo. Coinvolgimi e io imparo”
- Benjamin Franklin

Artademia Squad. Da destra: Sara Leone, io che reggo
la gamba di Sonia Mozzoni con Eugenio Galli, Emanuele
Morandi ed uno studente di Artademia
Non si tratta nemmeno di una scuola alternativa con lezioni alternative: l'Artademia è proprio qualcosa di diverso. Silvia Pagani è il nome di riferimento, la Ken Robinson italiana che ha messo in piedi un progetto di inversione di rotta, sulla linea finlandese di modernizzazione della scuola.
Una scuola di passione, dove imparare è la normale conseguenza dell’attività svolta con piacere, un modo per imparare a gestire al meglio la realtà: la maggior parte delle attività è svolta all’aria aperta, senza voti per un critica più umana e meno statistica, esperienze immersive con l'obiettivo di rendere felice e forte lo studente. Studente del vivere.
L'obiettivo è quello di crescere studenti felici di vivere la loro vita, condizione per cui l'acquisizione di cultura è naturale conseguenza.

Un appuntamento per conoscere il metodo A.R.T.A. direttamente da Silvia Pagani sarà Il mondo sordo. Dall'intuizione al metodo martedi 15 Marzo alle ore 21.00 presso la sede di via Telesio 22 (max 20 partecipanti, iscrizioni a s.pagani@artamilano.it | 335 6895136)

martedì 1 marzo 2016

Marzo con la rassegna SATS! de Lo Spazio Vuoto

Marzo a Lo Spazio Vuoto
per la rassegna
Sats!


Martedì 8 marzo alle ore 21.15 continua la rassegna teatrale a Lo Spazio Vuoto di via Bonfante, 37 (Imperia) con un'appuntamento dedicato alla giornata della donna: AMINA di Pino Petruzzelli, con Livia Carli. Narra una storia di persecuzione e dignità umana attraverso il monologo di Amina, attrice algerina rifugiatasi in italia dopo il massacro della sua compagnia.
Sabato 19 marzo alle ore 21,15 ed domenica 20 marzo alle ore 17.30 si chiude il mese con CASSANDRA di e con Elisabetta Pozzi, in una visione moderna della profetessa greca destinata a prevedere il futuro e non essere creduta, in una messa in scena abilmente musicata da Daniele D'Angelo e con i movimenti coreografici di Alessio Romano.