martedì 1 marzo 2016

Marzo con la rassegna SATS! de Lo Spazio Vuoto

Marzo a Lo Spazio Vuoto
per la rassegna
Sats!


Martedì 8 marzo alle ore 21.15 continua la rassegna teatrale a Lo Spazio Vuoto di via Bonfante, 37 (Imperia) con un'appuntamento dedicato alla giornata della donna: AMINA di Pino Petruzzelli, con Livia Carli. Narra una storia di persecuzione e dignità umana attraverso il monologo di Amina, attrice algerina rifugiatasi in italia dopo il massacro della sua compagnia.
Sabato 19 marzo alle ore 21,15 ed domenica 20 marzo alle ore 17.30 si chiude il mese con CASSANDRA di e con Elisabetta Pozzi, in una visione moderna della profetessa greca destinata a prevedere il futuro e non essere creduta, in una messa in scena abilmente musicata da Daniele D'Angelo e con i movimenti coreografici di Alessio Romano.


Livia Carli in Amina
Amina
Di Pino Petruzzelli e con Livia Carli.
La cantina. Qui vive rinchiusa Amina, una giovane attrice algerina, scampata miracolosamente ad un attentato. La sua compagnia teatrale mise in scena uno spettacolo che non piacque ad un gruppo di terroristi che pensarono così di massacrare tutti gli elementi della compagnia. Solo Amina riuscì a salvarsi, trovando riparo in Italia da una zia che la nascose. Finì così per seppellirsi viva.
Il monologo di Amina trae spunto da un incontro nel 1994 a Genova tra Pino Petruzzelli e un ragazzo algerino, Rachid, in occasione di una mostra fotografica contro il razzismo.Argomento di scottante attualità che cerca di trovare una risposta nella realizzazione di una coraggiosa e pacifica resistenza in nome della dignità dell'essere umano. 

“AMINA”
di Pino Petruzzelli
con Livia Carli
Regia Pino Petruzzelli
Introduce la professoressa Chiara Frassi


Elisabetta Pozzi in Cassandra
Cassandra
Di e con Elisabetta PozziIspirandosi alle riletture del mito antiche e moderne (da Euripide a Christa Wolf), lo spettacolo porta in scena la figura mitica di Cassandra, mettendone in luce la strabiliante modernità. 
La profetessa troiana a cui Apollo ha dato il dono di prevedere il futuro, e insieme la condanna a non essere creduta, è infatti una delle figure femminili del mito greco di più profonda tragicità - per l’impotenza, l’impossibilità di condivisione, la forzata solitudine nel sostenere il peso della conoscenza - in cui convivono, come in ogni donna, forza e fragilità. Lo spettacolo procede attraverso memorie letterarie che riguardano Cassandra, un collage di testi ricordati, assemblati da un personaggio che si prende il carico di essere Cassandra e di portarla avanti nel tempo fino ai giorni nostri. Prendendo avvio dalla Cassandra di Christa Wolf, Elisabetta Pozzi approda al 'Monologo per Cassandra' di Wislawa Szymborska, passando attraverso la magnifica poesia di Ghiannis Ritsos e navigando poi tra i testi degli autori classici da Omero ad Eschilo a Euripide, Seneca. La drammaturgia dello spettacolo si avvale del contributo di Massimo Fini con cui l’attrice ha costruito il finale, una sorta di tragico epilogo in cui Cassandra vede il futuro dell’ uomo moderno con la sua incapacità di porsi dei limiti e che è ormai 'diventato un minuscolo ragno al centro d'una immensa tela che si tesse ormai da sola e di cui è l'unico prigioniero'.
Daniele D'Angelo ha creato per lo spettacolo un accompagnamento musicale originale, una tessitura di suoni e musica che sostengono l'intero testo, diventandone il filo rosso. E su cui si innestano i movimenti coreografici di Alessio Romano.


“CASSANDRA”
O DEL TEMPO DIVORATO
di Elisabetta Pozzi
con il contributo di Massimo Fini
con Elisabetta Pozzi
Scene Costumi Guido Buganza - Luci Luca Bronzo
Musiche Daniele D'Angelo

Regia Elisabetta Pozzi

Isabella Biscaglia


SATS! Programma di Marzo

Martedì 8 marzo – Giornata della donna - Pino Petruzzelli dirige Amina, attrice scampata
all'esecuzione sommaria della sua compagnia teatrale

Sabato 19 e domenica 20 marzo una strepitosa Elisabetta Pozzi torna con Cassandra


Prossimamente

Venerdì 1° aprile Aurora Peres e Jacopo Venturiero
portano in scena Costellazioni di Nick Payne

Venerdì 15 aprile Alberto Giusta fresco di debutto si confessa con Thom Pain di Will Eno

Domenica 17 aprile grande concerto di musica jazz con Rosario Bonaccorso e la sua band

Il 29, il 30 aprile e il 1° maggio debutto dei padroni di casa con La Cantatrice Calva di Eugène Ionesco  

Venerdì 6 maggio Nicola Pannelli Sergio Romano sono John e Joe, la poesia incontra la comicità


Venerdì 13 maggiF. Colella e M. Pirrello in una divertente pièce Le vacanze dei signori Lagonia


LO SPAZIO VUOTO - Via Bonfante 37, 18100 IMPERIA -
Tel. +39 0183 960598 - Cell +39 329 7433720,+39 373 7007032
www.spaziovuoto.com – info@spaziovuoto.com
Ufficio Stampa: Francesco Basso - Cell. 349 8952320 – mail: mrfrancesco.basso@libero.it
Posta un commento