lunedì 4 luglio 2016

Fine del ciclo sperimentale di teatro contemporaneo per genitori

Dalle piccole cose
Flusso Teatrale x Effetto Farfalla
Rompere gli schemi
by Isabella Biscaglia
Un martedì al mese, per sei mesi. Quasi una ventina di genitori accompagnati dal loro curioso ed intraprendente psicologo Fulvio Rombo. In balia dei conduttori teatrali Valentina di Donna, performer, e Christian Gullone, cantattore.
Risultato? Dal battito d'ali di una farfalla, un tifone.
"Dal canto mio potrei solo aggiungere che al 'gruppo di parola per i genitori' si è positivamente integrato un lavoro interessante che ha coinvolto l'espressività, il corpo, e ha generato un legame forte tra tutti i componenti del gruppo..." - Fulvio Rombo
scena dello spettacolo finale
by Isabella Biscaglia
Effetto Farfalla è un ciclo annuale di incontri bisettimanali nei quali un gruppo di genitori si riunisce per confrontarsi assieme ad uno psicologo. Dopo alcuni anni di buoni risultati, Fulvio Rombo ha deciso di sperimentare qualcosa di nuovo, anche grazie ad una incursione impertinente presso il Baraonda, centro giovanile di Baragallo dove si riuniscono molti dei giovanissimi di zona.
Ed un incontro al mese è stato tenuto quindi dai due impertinenti, che hanno proposto degli incontri di teatro contemporaneo dove mettere alla prova quelle persone. Ho assistito alla prima lezione, e mi è rimasta impressa una frase condivisa da tutti i genitori nel feed-back: "è stato bello per una volta fare qualcosa non solo come genitori, ma come noi."
I cinque densi incontri si sono conclusi con un breve spettacolo, derivato dal lavoro sviluppatosi nei mesi, e che ha strappato diverse risate ai presenti, oltre che finali applausi.
"La soddisfazione più grande è stato vedere il gruppo che pian piano (neanche poi così piano) si lasciava coinvolgere dal 'gioco', che lasciava spazio a loro come individui. Disponibilità e voglia di mettersi alla prova per me sono le parole chiave." - Valentina Di Donna
il gruppo al completo (Fulvio Rombo è il primo uomo da sinistra,
Christian Gullone a fianco, e Valentina Di Donna al centro)
by Isabella Biscaglia
Il teatro contemporaneo è molto egoista: nessun copione, nessun personaggio, molto spesso nessuno spettacolo e nemmeno un pubblico che non siano i compagni del corso. Si agisce per se stessi, in relazione al gruppo e grazie ad esso. Punto. In virtù di questo ruoli professionali o familiari diventano più semplici in quanto più bilanciati e sereni.
Quelli che alla prima lezione sono stati esercizi molto semplici hanno aperto la strada a scardinamenti sempre maggiori, ad una maggiore centratura per persone che, non solo come genitori, pensano più spesso al prossimo che a se stessi.
Questo gruppo di persone ha deciso di volare in modo diverso: aspettiamo i prossimi benefici e fantastici tifoni.

Isabella Biscaglia

Posta un commento