mercoledì 28 febbraio 2018

MASCHERA NEUTRA, 25 marzo - laboratorio per tutti con Daniel Delministro

domenica 25 marzo 2018, ore 10/13 e 14.30/18.30, Scenart Imperia
Laboratorio di approccio all'uso della
MASCHERA NEUTRA
condotto da Daniel Delministro

A proposito della preparazione di un'attrice/di un attore, spesso si usa dire: "entrare nel personaggio"; in realtà il processo a cui deve prepararsi chi sceglie di usare il linguaggio del teatro per esprimersi, è l'esatto contrario. Si tratta piuttosto di costruire/liberare e preparare dentro di sé uno spazio in cui il personaggio possa entrare, e mettergli a disposizione il proprio corpo, la propria voce, la più vasta gamma di emozioni sperimentate.
Per fare ciò è utile acquisire coscienza e consapevolezza di tali strumenti: conoscere il proprio corpo, le posture che può assumere, i gesti e le azioni che può compiere, i suoi limiti, quelli insuperabili e quelli che è possibile spostare progressivamente un po' oltre; la voce: come funziona, dove si genera, dove risuona, come si diffonde; recuperare dal proprio vissuto le emozioni sperimentate e saperle usare per esprimersi e comunicare.
Uno strumento molto utile per lavorare su ciò, non solo per le attrici e gli attori, è la maschera neutra: una maschera bianca, non caratterizzata (a differenza da quelle del teatro classico greco, della commedia dell'arte, di molte ritualità nel mondo) che annulla la capacità espressiva del viso e aiuta così a spostare l'attenzione dentro di sé e sulla, spesso non sufficientemente esplorata, espressività del corpo.
Il laboratorio si propone di avvicinarsi con delicatezza a tale strumento, scoprirne poco a poco le potenzialità e iniziare a sperimentarne l'uso.


Per il fatto di non voler essere altro che un primissimo approccio e per la tipologia degli esercizi che saranno proposti, è adatto anche a chi non ha alcuna esperienza di laboratori teatrali e/o non ha mai pensato di volersi avvicinare all'arte dell'attrice/attore.

INFO e ISCRIZIONI al 3382954602 Elena (entro il 21 marzo)
Laboratorio per tutte/i, dai 14 anni in su
Domenica 25 marzo 2018, ore 10/13 - 14.30/18.30
Presso la Scuola di Danza Scenart, Viale Matteotti, 201 Imperia
NECESSARIO: un tappetino da campeggio o una coperta spessa per gli esercizi a terra; tuta da ginnastica o abiti comodi a strati; calze antiscivolo o calzettoni spessi

Elena Spadola

Daniel Delministro
Attore e Clown / Drammaturgo e formatore / Esperto del metodo Freire
Dal 2008 è membro del Gruppo Teatrale L'ATTRITO di Imperia (nel 2013 divenuto Organizzazione di Volontariato), contesto umano, politico e artistico che l'ha avvicinato all'espressività teatrale e gli ha consentito e consente di sperimentarsi in veste di attore, autore e di conduttore di percorsi formativi e laboratori. Formatore ed educatore popolare, in ambito teatrale è autore e interprete di monologhi e piece legate a temi sociali di attualità, con attenzione particolari ai fenomeni di immigrazione, emigrazione e interculturalità. Ad esempio nel 2011 ha coordinato e preso parte all'itinerario teatrale "IL SENTIERO DEI VESTITI. Sui passi dei migranti di ieri e di oggi", messo in scena lungo il percorso che da Grimaldi (Ventimiglia - IM) porta al cosiddetto "Passo della morte", frontiera con la Francia; oppure nel 2015, al termine di un intenso percorso teatrale con un piccolo gruppo di persone ospiti di una residenza dei Servizi Sociali del Comune di Imperia, ha animato e partecipato alla scrittura collettiva della drammaturgia e ha curato la regia di "QUELLO CHE NON VUOI VEDERE ovvero La maschera specchio", opera originale sulla solitudine e la marginalità sociale. In qualità di formatore ha condotto e conduce laboratori e percorsi di teatralità, sull'approccio all'utilizzo della maschera neutra, espressività corporea, comunicazione con il pubblico, destinati a bambine/i, studentesse/i delle scuole, gruppi e associazioni. Dal 2011 al 2015 ha frequentato un corso di arti circensi (giocoleria, equilibrismo, acrobatica, clownerie) condotto da CircoIncerto, con cui, occasionalmente, collabora anche alla realizzazione di laboratori di giocoleria. Di tanto in tanto, si cimenta come "artista di strada" (clownerie, mimo, giocoleria e micro-magia).

Posta un commento